Cos’è lo Sciamanesimo?

/Cos’è lo Sciamanesimo?
Cos’è lo Sciamanesimo? 2016-11-17T16:31:29+00:00

Da decine di migliaia di anni, gli antenati in tutto il mondo hanno scoperto il modo di massimizzare l’abilità della mente umana e dello spirito rispetto alla guarigione ed alla soluzione dei problemi. Il notevole sistema di metodi che hanno sviluppato è oggi conosciuto come “Sciamanesimo”.

“Shaman” (pronunciato ShahMahn) è una parola derivante dalla lingua del popolo Tungus della Siberia ed è stata adottata prima dagli antropologi e poi dalla cultura occidentale, per fare riferimento a persone precedentemente designate con termini come “strega, stregone, guaritore, mago, uomo magico, veggente”.

La parola Sciamano significa letteralmente “uno che vede nel buio”.

Uno sciamano è un uomo o una donna che entra in uno stato alterato di coscienza quando vuole, per contattare e stabilire alleanze con gli animali di Potere e gli Spiriti compassionevoli nella realtà non ordinaria invisibile, per acquisire conoscenza e potere allo scopo di aiutare altre persone. Questo “potere” non è politico o ecomonico.

Lo sciamano solitamente lavora per guarire le persone mediante il ripristino di energie benefiche e vitali e mediante l’estrazione di energie nocive.

Diversi studi hanno dimostrato che le vibrazioni di suoni ritmici hanno un profondo effetto sull’attività cerebrale. Nelle tradizioni sciamaniche, la percussioni del tamburo sono utilizzate per aiutare lo spostamento dello sciamano in altri regni di “realtà non ordinaria” (un termine coniato da Carlos Castaneda). Le vibrazioni di questo ritmo costante influenzano il cervello in modo molto specifico, che consente allo sciamano di raggiungere uno stato alterato della mente, al fine di viaggiare in un preciso stato di coscienza non ordinaria. Vale la pena di ripetere che sia il tamburo, sia l’intenzione impeccabile dello sciamano, gli permettono di entrare nella realtà non ordinaria.

Studi sui suoni usati dalle tribù indigene, condotti dalla ricercatrice Melinda Maxfield in “Gli effetti del suono ritmico del tamburo sull’ EEG (Elettro Encefalo Gramma) ed esperienza soggettiva” hanno scoperto che il battito ritmico costante del tamburo colpito quattro volte e mezzo al secondo, era la chiave per trasportare lo sciamano delle culture indigene nello Stato Sciamanico di Coscienza. Non è un caso che il 4.5 battiti, o cicli al secondo corrispondano ad uno stato simile alla trance, quando l’attività cerebrale è in onde theta. Effetti simili sono indotti anche dal costante e ritmico ripetersi del suono di sonagli, campane o gong.

E’ interessante notare che le nostre onde cerebrali hanno una componente di frequenza corrispondente a quella della risonanza di base della Terra. Questa frequenza è più forte quando “viaggiamo”. Ci sembra di essere in qualche modo collegati alla Madre Terra attraverso il suo campo elettrico. Il battito del tamburo durante i “viaggi” è di 4,5 battiti al secondo(240/300 colpi al minuto), che equivale a 7,2 Hz.Non è solo una coincidenza che la risonanza Schumann, una misura della vibrazione di Madre Terra alla sua più bassa frequenza (e più alta intensità), si verifichi a circa 7,83 Hz (cicli al secondo). I ritmi pulsanti del battito del tamburo sono utilizzati da circa il 9095% degli sciamani per raggiungere la realtà non ordinaria; il resto usa droghe psicotrope. Noi non raccomandiamo l’uso di nessuna droga per alterare lo stato di coscienza, preferendo il suono ritmico del tamburo.

Ci sono frequenze / ritmi che, quando predominano nel cervello, corrispondono ad uno specifico stato d’animo. Ci sono 4 gruppi di onde cerebrali:

1. Onde Beta Gamma tra 13-40 HZ.
Lo stato Beta è associato al picco di concentrazione, vigilanza intensificata e acutezza visiva (veglia attiva). Il Premio Nobel, Sir Francis Crick e altri scienziati ritengono che la frequenza Beta 40HZ utilizzata per la Sincronizzazione Cerebrale, possa essere la chiave per l’atto di cognizione.

2. Onde Alfa Gamma tra 7-12 HZ.
Questo è un livello di rilassamento profondo, ma non proprio meditazione (rilassamento attivo) In Alfa, cominciamo ad accedere al patrimonio di creatività che si trova appena sotto la nostra consapevolezza cosciente – è la porta d’ingresso che conduce a stati di coscienza più profonda. Alfa è anche la sede della apertura della frequenza nota come la Risonanza di Schumann di cui sopra, che è la frequenza di risonanza del campo elettromagnetico terrestre.

3. Onde Theta Gamma, 4-7 HZ.
Theta è uno dei regni più sfuggenti e non ordinari che possiamo esplorare. E ‘noto anche come uno stato crepuscolare che normalmente sperimentiamo solo fugacemente quando usciamo dalle profondità delle onde Delta mentre stiamo per svegliarci o stiamo scivolando nel sonno. In Theta ci troviamo in un sogno ad occhi aperti, abbiamo lampi di vivide immagini che si presentano davanti all’occhio della mente e diventiamo recettivi alle informazioni oltre il nostro normale stato di coscienza (sogno lucido).
Durante lo stato Theta molti scoprono di essere capaci di comprendere concetti e relazioni complessi che diventano incomprensibili quando si ritorna nello stato Alfa o Beta. Lo stato Theta è anche identificato come il punto d’ingresso per l’apprendimento e per stimolare la memoria. La meditazione Theta accresce la creatività, migliora
l’apprendimento, riduce lo stress e risveglia l’intuizione e le altre abilità di percezione extrasensoriale.

4. Onde Delta compreso tra 0-4 HZ.
Delta è associata al sonno profondo (e coma). Inoltre, alcune frequenze nella gamma delta, innescano il rilascio dell’ ormone della crescita, benefico per la guarigione e rigenerazione. Questo è il motivo per cui il sonno, profondo e ristoratore, è così essenziale per il processo di guarigione.

Lo/La sciamano/a inizia volontariamente numerosi viaggi nella realtà non ordinaria al fine di portare guarigione e sviluppare solide relazioni con gli animali di Potere e gli Spiriti Guida (che generalmente sono denominati “gli Alleati”). Mentre lavora con la persona, uno dei metodi dello sciamano è quello di diventare un osso cavo e lasciare che gli spiriti compassionevoli di guarigione e gli animali di potere passino attraverso lui al fine di portare la guarigione spirituale al cliente sofferente.
Gli sciamani hanno un profondo rispetto per tutto ciò che è vivo. Essi sanno per esperienza che gli alberi, le rocce e le piante sono tutti vivi e sono in grado di comunicare con loro. “Vedere con il cuore” è una delle qualità fondamentali necessarie per essere uno Sciamano. Essi sono in grado di vedere il mondo e la condizione umana attraverso il loro compassionevole cuore.

 

Siamo grati alla Fondazione per gli Studi Sciamanici per aver concesso l’utilizzo di citazioni dal loro sito web: www.shamanism.org
Vuoi saperne di più?  Visita l’elenco dei corsi, sotto “I corsi” dal menu  in alto!

Condividi!